TORNA L’HARDCORE IN ITALIA PITO ROCCIA E PENNEEZY FUORI CON PRIMA PUNTATA

CONTENUTI VOLUTAMENTE ESPLICITI CONTRO PERBENISMO E OMOLOGAZIONE

Tematiche street in netta contrapposizione al rap “pop-friendly” e alla trap patinata presente in radio e nelle chart. Un sound ruvido, sporco e dichiaratamente ispirato alla “Griselda wave” statunitense di ultima generazione. Questo é il concept trainante di quello che potete ascoltare in un progetto come “Prima Puntata”.

A firmarlo due artisti Lombardi, Pito Roccia della classe ’97 e il produttore Penneezy (noto membro dei 21 Grammi Team) classe ’85. Età e background differenti che hanno portato i due artisti a unirsi per rivendicare lo stile hardcore ormai quasi dimenticato in Italia.

Prima puntata”, fuori per Street Label Records, é la miccia che accende di nuovo il rap game. Volutamente provocatori ed espliciti, Pito Roccia e Penneezy parlano di strada, di droghe, di sesso. Senza fronzoli, giri di parole e in netta contrapposizione a perbenismo e ben pensanti.

L’intero artwork, i numerosi interludi televisivi relazionati ai singoli brani e gli estratti audio evidenziano un simbolismo dominante in piena linea alla ruvidità sonora e stilistica.

G-Pito”, il primo video estratto diretto da Giacomo Miraldi, rafforza l’intento degli artisti proponendo un filmato auto celebrativo e iconizzato da donne. Il sound, spiccatamente grimey, é ostile e angosciante. Il tutto si presenta come un assaggio esemplare del disco, che saprà farsi apprezzare e disprezzare allo stesso tempo.

Prima Puntata” alza la voce contro l’omologazione. Rappresenta un ottimo esemplare di hip hop fatto alla maniera hard core.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.